mercoledì 1 febbraio 2012

"Astrazione" Fatale...

Durante una battaglia dimostrativa a Crossfire (WWII), un amico osservò: “si,  bello e divertente, ma proprio non mi entra in testa l’idea che quando muovo una basetta con su 3 soldatini, sto muovendo una decina di uomini reali”.
Pare che la coperta della logica sia sempre troppo corta e che il wargamer debba ammettere di aver a che fare con l’impossibile. 
Di più: di doverlo gestire. 
E a volte peggio: di doverlo spiegare (magari a sé stesso).
Che tre miniature su una basetta  rappresentino dieci soldati, è un concetto tutto sommato digeribile; che quella basetta che agisce sempre e comunque come un blocco unico, sintetizzi una serie complessa di azioni non necessariamente contemporanee o coordinate, è più difficile da assimilare. Se poi saliamo di livello, e facciamo diventare la nostra basetta un intero Plotone o addirittura un Battaglione, la complessità si moltiplica all’infinito.
Mentre sposto la mia piccola basetta/fomazione dal Bosco A al Campo B, dietro la copertura di un edificio e sotto il fuoco nemico, l’occhio sta guardando (e la mano sta muovendo) un riassunto statistico, una matrice di dati complessi, un qualcosa di impalpabile e di sfuggente...

Dovrei darmi allo Skirmish estremo….?

15 commenti:

  1. Anche la fantasia vuole la sua parte nel gioco. Dove tu vedi una basetta io vedo un centinaio di cavalleggeri del 7° che stanno per essere circondati da 20basette (ops!!) 2000 bravi indiani..
    Lo skirmish estremo può essere economicamente vantaggioso (uno è meglio di tre) :-)

    RispondiElimina
  2. Non credo sia una questione di "fantasia". Credo che l'astrazione sia una brutta gatta da pelare, anche per la mente più brillante. Più si astrae, più il tavolo si allontana da ciò che vorrebbe rappresentare. E il livello di "complessità" può crescere al punto da non essere umanamente comprensibile.

    RispondiElimina
  3. Ma perchè spiegarglielo?
    Digli semplicemente:"è ciò che vedi". Alla fine a lui cosa cambia? A te cosa cambia?

    Se tu su di una basetta invece di metterci 3 miniature in 15mm ce ne mettessi 10 in 6mm, la cosa acquisterebbe un senso anche dal punto visivo, ma in fondo il regolamento micca è cambiato.

    Io dovrei stare zitto, visto che questo è un problema che sento tantissimo. Infatti la scelta della scala delle mie miniature di solito va di pari passo con ciò che vorrei vedere sul campo di battaglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà il concetto non cambia anche mettendone 10: visto che cmq si muovono in blocco, cioè "irrealisticamente". Ma è ovvio che giochiamo lo stesso. Ci mancherebbe.

      Elimina
  4. E allora mettigli una sola miniatura :-))

    Arrivare a pensare che ci si muove in squadre di 2 o 3 persone è un livello di astrazione che penso uno possa arrivare ad accettarlo, prima o poi, in fondo non è così irrealistico. Prova a fargli vedere un film sulla seconda guerra mondiale. E' molto più difficile quando una basetta ti rappresenta un battaglione e viene posta dietro un albero perchè gli da... copertura :-S

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già...il Battaglione coperto dall'albero fa ridere....eh eh eh...cmq x fortuna con quelli con cui gioco ora non si pongono simili problemi!!! Grandi!!!!

      Elimina
  5. ..Cosa vorrebbe rappresentare il tuo tavolo?

    RispondiElimina
  6. La basetta = reparto è una assunzione. E' una funzione del regolamento. Non c'è niente da capire. E' una parte della regola del gioco. E' un gioco di guerra, deve essere fatto in scala, magari ci piace vederlo con i soldatini, quanti ne mettiamo? 1? Noo..2? Pochi, 3? ok..Visivamente non torna ma è così. Che vuoi farci.C'è chi tenta di risolvere la cosa scendendo di scala fino al 2mm, chi usa il board wargame, chi non si accorge nemmeno della miniatura, chi gioca con i carri di risiko, chi usa le bambole..siamo diversi. Attenzione eh! Io sento lo stesso problema! Però ho trovato un equilibrio :-) per esempio per questa ragione mi sono avvicinato e ormai innamorato del 10mm che offre un buon rapporto qualità quantità. LA soluzione viene però anche dai regolamenti. Alcuni ritengo risolvono egregiamente questo problema "visivo". Una buona idea che vale per la mia visione nella questione tra rapporto visivo-quantitativo delle miniature sul campo è quella che considerà la "unità" di gioco (diciamo sotto un singolo comando) come costituite da sub unità o basette (vi sono tantissimi esempio dallo stesso Anticamente di Fabio (correggimi se sbaglio) ma anche BlitzKriegCommander tanto per tirarne dentro 2 signori regolamenti). IN pratica io non muovo solo una basetta per volta ma il "reparto", più basette facenti parte di un insieme non chiuso in una basetta ma mobile in più basette. Si. La cosa è soggettiva, ma ad esempio a me aiuta a fiorire la fantasia ad immaginare il reparto complesso e corposo di soldati in un "movimento" non rigido di massa ma che può essere anche fluido e che alla fine ridispone il reparto anche in modo diverso da quello di partenza. Esempio una compagnia di fanteria sotto un capitano costituita da 4 basetta (i plotoni): è la compagnia che "vedo" (come fossi il capitano) muovere ed il movimento è scandito dall'insieme dei 4 plotoni e della loro ridistribuzione (ammassati, in linea, su due linee, in marcia etc etc). Certo volo di fantasia perchè non considero allora i plotoni/basetta in questo ragionamento ma mi fisso sulla compagnia..Non è più una sola basetta. Saranno sempre 4 basette, saranno sempre di 3 soldati l'una (cosa posso farci), ma, ripeto, soggettivamente, questa cosa mi piace visivamente e mi da l'idea di massa. Per fare l'esempio completamente contrario la basetta di lame di DBA di 4 figure che mi dovrebbe rappresentare per esempio una legione (forse molto meno), faccio difficolta ad immaginarla come 5000uomini(di questo si tratta). Se ne vedo 5 basette già mi consolo di più..Si. Hai ragione. L'occhio vuole la sua parte ma tanti regolamenti ti regalano comunque buoni spunti. Poi se uno viaggia anche con un pò di fantasia allora: l'albero non solo non è un bosco ma una foresta, se uno si fissa, non solo non vede "i soldati" ma vede "il soldatino di piombo": che è di piombo e basta, se è di piombo perchè si muove??. E' un gioco. Gli strumenti sono quelli a disposizione, bisogna fare di necessità virtù, oppure vuol dire che non interessa il wargame, che non ispira, non fa volare la fantasia o proprio non piace (magari al tuo amico non piace). Skirmyish? Appunto dipende dal tavolo ma anche da cosa vuoi giocare. Fare lo sbarco in normandia in 1:1: è un pò impegnativo.

    RispondiElimina
  7. Mmmmh...possibile che non sia sia capito il mio umorismo riguardo lo skirmish estremo? La cosa mi preoccupa.

    RispondiElimina
  8. Aspetta, aspetta, ci sono, ho capito :-)
    Skirmish estremo: tutto l'esercito è composto da "una sola basetta" però con 3.600.000 miniature !!
    eh eh
    :-)

    Cosa vuoi ho ancora la febbre...

    RispondiElimina
  9. OH!!!!! Ci sei arrivato!!! Finalmente!!!

    RispondiElimina
  10. ..cosa vuoi sono come un Diesel: combustibile solido, grossi problemi in pre-riscaldo, ma una volta partito, magari in "prima" ma ci arrivi ..:-)

    RispondiElimina
  11. Alessandro, Roby, voi due un po' mi preoccupate... però siete simpatici. Le vostre famiglie conoscono i vostri, ehm, disturbi vero?!

    Non vorrei essere io a doverle informare :- )

    Alessandro l'idea della basetta è un'ottimo spunto di discussione, ma ahimè ora devo scappare

    RispondiElimina